//
stai leggendo...
Articoli

Segni Templari a Gubbio: distrutta l’incisione sul Monte Ingino


Aveva destato clamore, interesse e curiosità a livello nazionale, oggi invece si scopre che è andata distrutta, un’antichissima incisione rupestre sul Monte Ingino nei pressi della Prima Cappelluccia. La rivelazione è stata fatta pochi giorni fa dalla troupe di una televisione satellitare durante le riprese di un documentario a Gubbio. L’incisione era stata rinvenuta nel 2005 dai ricercatori eugubini Mario Farneti e Bruno Bartoletti. Di piccole dimensioni era formata da cinque righe di cinque lettere ognuna, disposte in modo da formare un quadrato leggibile sia in un senso che in un altro, ovverossia un palindromo. Riconducibile quasi con certezza alle tracce iniziatiche lasciate nella nostra città dai Cavalieri Templari, fu oggetto di studi e articoli su riviste del settore e di tantissima curiosità da parte di ricercatori dilettanti, tanto che è a tutt’oggi l’iscrizione palindroma più conosciuta al mondo insieme con quella del SATOR. Consultando infatti qualsiasi motore di ricerca in Internet è facile rendersi  conto di ciò: un innumerevole quantitativo di pagine web sono dedicate alle interpretazioni più o meno fantasiose  del palindromo di Gubbio detto anche quadrato del NIGER REGIN. Oggi purtroppo il quadrato non esiste più perché è stato scalpellato via dalla costa del monte. Le tracce dei colpi di mazzetta sono state ricoperte con del gesso bianco, come ad imitare le macchie di licheni dello stesso colore presenti su tutta la zona, con l’intento non solo di distruggerlo, ma anche di rendere introvabile con il passare del tempo l’esatta collocazione. Dopo la scoperta del misfatto, Farneti e Bartoletti hanno dichiarato la loro intenzione di far ricollocare a loro spese, previo nulla osta delle autorità competenti, una formella in ceramica delle esatte dimensioni del quadrato palindromo nella precisa posizione in cui si trovava, in modo da non perdere per sempre questa traccia del passato della nostra città, legata ad uno dei più intriganti misteri della Storia: quello dei Templari.

(fonte http://www.quigubbio.corrierenazionale.it)

Annunci

Discussione

3 pensieri su “Segni Templari a Gubbio: distrutta l’incisione sul Monte Ingino

  1. se quell’iscrizione è templare… sono un templare anch’io!….. non ha senso la R maiuscola fatta in quel modo – perché la G è l’unica lettera rovesciata (il palindromo è una cosa serie e non era necessario contornarla in alcun modo) – le lettere sono troppo uguali e anche sullo stampatello così netto ho molti dubbi….. se fate una ricerca troverete chi l’ha scritto non più di 15 anni fa….. magari chiedete a chi ha trovato l’iscrizione…..

    Pubblicato da Alessandro Ghionzoli | 17 settembre 2012, 15:13
  2. il “SATOR” con i Templari non c’entra proprio niente. Ma perchè tirare sempre in ballo quei Cavalieri?

    Pubblicato da Sandro | 12 dicembre 2017, 11:53

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 524 follower

Articoli Recenti

Blog Stats

  • 34,339 hits

Statistiche dal 14.11.10

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: